The Early Years

Avatar utente
admin
Site Admin
Messaggi: 278
Iscritto il: 01 mar 2009, 18:22

The Early Years

Messaggio da leggere da admin »

Spesso ci fermiamo a parlare dell'Elvis degli anni '70....perche' e' impossibile non farlo!
E' l'incarnazione della perfezione artistica, della potenza vocale e del carisma.
Ma tempo fa, mi sono innamorata soprattutto di un altro Elvis:
di quel ragazzo del Tennesse che apri' la porta della Sun e del suo pigmalione Sam Phillips...

Oggi vivo e respiro le atmosfere della Memphis tra gli anni '50 e i '60...dove tutto e' cominciato....
Voglio rendervi partecipi di quello che in questi anni, leggendo e viaggiando, sono riuscita
a scoprire dei "primi anni di Elvis" di quello che viene definito il periodo "Sun"....quello piu' Rockabilly...musicalmente non il mio preferito,
ma sicuramente quello che piu' mi fa sognare.

E' il periodo di un Elvis carico di speranze, che,solo con la sua voce e la sua chitarra,sfida il mondo...Non c'e'' Graceland ne' la Memphis mafia...
c'e' solo lui, un corteo di ragazzine urlanti e un'istinto per il palcoscenico che non avra'  piu'eguali nella storia.

Elvis at the Louisiana Hayride - "Where it all Began"

Una sera, parlando con Luca Olivieri, mi sono trovata a riscoprire un personaggio che
non siamo abituati ad associare ad Elvis, ma che invece e' il punto di partenza di tutto:
Horace Lee Logan...
ma facciamo un passo indietro..

Dicevo...parlavo con Luca, e ci stavamo scambiando le impressioni su Memphis...

E' bellissimo parlare con lui di Elvis...per come racconta i posti che ha visto e dove lui stesso ha suonato...per come condivide con me la passione per il "profumo" di Memphis ( ne ho giaa' parlato da qualche parte vero??... ) e per come ci troviamo in sintonia quando ci incantiamo sulla capacita' di fraseggio di Elvis...

io e Luca non ci siamo visti spesso..
non posso dire siamo grandi amici...ma quando capita, due chiacchere le facciamo volentieri....
Comunque .....
quella sera, mi stava raccontando di quando James Burton l'aveva invitato in America, e aveva suonato con lui al Hayride Auditorium di Sheverpot, Louisiana.

Parlava dell'emozione che aveva provato stando su quel palcoscenico, dove Elvis si era esibito per la prima volta in un vero spettacolo.
Raccontava di essersi cambiato nello stesso camerino, e della strana sensazione che tutto questo gli aveva procurato.

Mi disse anche che gli avevano regalato un pezzo delle corde del sipario, quello originale....e lui ne era rimasto incantato, pensando a quello che avevano significato.

Inutile dirvi.......ero estasiata.

E cosi' salto' fuori il nome di Logan.

Se non vi ho ancora annoiato, dopo una cosi' breve introduzione, vi racconto come e perche':
questo tizio e' entrato nella vita di Elvis e di conseguenza adesso sono qui a parlarvene.

Nel 1954 Sam Phillips ha inviato a Horace Lee Logan una demo del diciannovenne Evis Presley
"That's All right" e "Blue Moon del Kentucky".

Un giovane talento bianco, dal sound nero.
Fissarono il suo debutto al Louisiana Hayride Auditorium....non certo un palcoscenico adatto al futuro re del rock'n roll.

Una competizione di talenti, una specie di corrida: basti pensare che il partecipante prima di Elvis canto' uno yodel.

Comunque un palcoscenico importante nella zona, una grande occasione!

Logan, che ne era l'organizzatore,decise di dare un'opporunita'  ad Elvis, e il 16 ottobre del 1954 lo fece esibire live alla radio KWKH..la radio locale di Sheveport, ascoltata pero' in 28 stati.

Generalmente non si occupava di giocani talenti, ma Sam lo aveva persuaso.

Lo stesso Logan aveva colto le grandi potenzialita' di di Elvis, e gli aveva fatto firmare uncontratto per alcuni spettacoli.

Nel dicembre del 1956, Elvis compro' il proprio contratto per la cifra esorbitante, per il tempo, di 10.000 dollari e il 15 dicembre di quell'anno fece la sua ultima esibizione all'Hayride.

C'erano 10.000 giovani urlanti,che non smisero nemmeno per uno dei 45 minuti dello spettacolo di Elvis.

La sua popolarita' era in ascesa, ed era gia' un idolo dei teen ager a soli due anni dal suo esordio.
Finito lo spettacolo, la folla era ancora in disibilio.
Altri artisti dovevano esibirsi, ma non smetteva di urlare e chiamare Elvis...

Logan allora sali'sul palco, prese il micorfono e disse, per la prima volta:
"ELVIS HAS LEFT THE BUILDING
ha preso la macchina e se ne e'andato;
vi prego di tornare al vostro posto!"

E li'nacque la leggenda......

Elvis - Louisiana Hayride 16 Ottobre 1954
.......................................................................................................

Immagine

Bessy
Messaggi: 21
Iscritto il: 13 mar 2009, 19:57
Località: Nuvole

Re: The Early Years

Messaggio da leggere da Bessy »

continua continua continua.... :o :o :o

Avatar utente
Snowbird
Messaggi: 713
Iscritto il: 10 mar 2009, 15:24
Località: MIlano

Re: The Early Years

Messaggio da leggere da Snowbird »

Grazie Coffe....sono d'accordo con te! Anch'io ho sempre avuto nel cuore Elvis agli inizi.
Con quell'aria tenera, innocente e stupita ....non sapeva ancora che la sua carriera sarebbe decollata con quella canzone!
Sono felice che almeno sua madre, che ci teneva tanto, ha potuto assaporare la gioia che il suo Elvis ce l'aveva fatta!!
Per me la parte piu' emozionante della biografia di Elvis e' proprio l'inizio !!!!

Avatar utente
admin
Site Admin
Messaggi: 278
Iscritto il: 01 mar 2009, 18:22

Re: The Early Years

Messaggio da leggere da admin »

Immagine


Siamo nel 1957, esattamente il primo di settembre di quell'anno:
Elvis suona allo Sick's baseball stadium ( Seattle - stato di Washington)

Incredibile pensare che, un allora quindicenne Jimy Hendrix, arrampicato sulle colline vicine al campo di baseball, assisteva allo spettacolo di un giovane Elvis, allora ventisettenne.

Ogni mito ha incontrato Elvis e la sua musica .....
.......................................................................................................

Immagine

Rispondi